Dimensione testo »

Iniziative nel Parco

  • 20150324_112501
  • 20150324_103051
  • 20150324_102655
  • 20150324_112517
  • 20150324_102816
  • 20150324_133226
  • 20150422_122043

UN PARCO DA VIVERE: L’AGRICOLTURA SOCIALE COME PRATICA DI INCLUSIONE E CURA TERAPEUTICA
Prende avvio, nel cuore di Lama Balice, un progetto sperimentale di rigenerazione urbana e agricoltura sociale, finalizzato alla valorizzazione e rivitalizzazione di alcune aree esterne di Villa Framarino che saranno utilizzate in chiave terapeutica e riabilitativa. L’iniziativa, della durata di 18 mesi, è rivolta a 100 ragazzi con disabilità psicofisica e disagio mentale, che potranno vivere nuove esperienze relazionali immersi nella natura, accompagnati da una equipe interdisciplinare di psicologi, educatori, agronomi e comunicatori sociali. E’ prevista, infatti, la creazione di un percorso tra cinque “aule verdi” a cielo aperto che, partendo da un labirinto sensoriale tra le principali specie mediterranee presenti nel Parco, attraversa la stanza dei colori, nella quale specie arbustive ed erbacee alternano tonalità e cromature differenti e, passando tra gli orti biologici e sinergici, collegati tra loro dal barefooting, un percorso a piedi nudi tra le essenze officinali, si conclude nel giardino delle farfalle, dove ammirare le diverse specie di farfalle locali. Il progetto, vincitore del bando “Giovani per la valorizzazione dei beni pubblici” finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Gioventù e del Servizio civile nazionale, è promosso dalla Cooperativa sociale Tracceverdi in collaborazione con la Confederazione Italiana Agricoltori Puglia ed ha il sostegno del Parco Naturale Regionale Lama Balice e dell’Assessorato al Welfare del Comune di Bari. Per maggiori info e per partecipare alle attività è possibile consultare il sito www.unparcodavivere.it.

 

 

PROGETTO DETENUTI
Si è concluso con successo il progetto avviato nei mesi scorsi a Villa Framarino e finalizzato a realizzare, ai sensi della Legge 9 agosto 2013, n. 94 di conversione del Decreto Carceri, lavori di pubblica utilità, in forma volontaria e gratuita in favore della comunità barese, da parte di soggetti sottoposti ad esecuzione di pena. Tale iniziativa ha preso avvio dalla stipula di una Convenzione tra il Comune e la Casa Circondariale di Bari, per la promozione di un progetto sperimentale, rivolto in questa prima fase a soli tre detenuti, considerati meritevoli e idonei.
L’accordo tra il Comune di Bari e la Casa Circondariale, in esecuzione del protocollo d’intesa siglato tra ANCI, Regione Puglia e Provveditorato regionale dell’Amministrazione penitenziaria per la Puglia (PRAP), è stato rinnovato in data 22 aprile 2015 presso Villa Framarino, con la sottoscrizione da parte del Sindaco Antonio Decaro e della Direttrice della Casa Circondariale Lidia De Leonardis, alla presenza del Garante dei diritti dei detenuti Piero Rossi, del Provveditore Giuseppe Martone, dell’Assessore Pietro Petruzzelli, del Presidente del Parco Lama Balice Maria Maugeri e del Responsabile dell’Area trattamentale della C.C. di Bari Tommaso Minervini. L’iniziativa ha visto la sentita partecipazione di tutte le Istituzioni coinvolte, compresi i Magistrati di Sorveglianza che hanno autorizzato le attività extramurarie dei detenuti.
I tre detenuti sono stati impegnati, un giorno alla settimana, per un periodo di sei mesi (da marzo a settembre 2015), nella manutenzione del verde e in altre piccole attività all’interno di Villa Framarino e sulle pertinenze della masseria.
Il Comune di Bari ha, a tal fine, curato il trasferimento e il rientro presso la Casa Circondariale degli stessi e il coordinamento in loco mediante un dipendente comunale quale riferimento tecnico per sovrintendere all’espletamento delle attività.
L’iniziativa ha dato riscontri molto positivi sia per le Amministrazioni interessate, che per i detenuti partecipanti che si sono dimostrati fortemente coinvolti e che, grazie alla guida dei giardinieri comunali, hanno così acquisito, durante l’espiazione della pena, un’esperienza professionale spendibile anche nella fase post-detentiva.
Per questo, vista la sua forte valenza socio-rieducativa e gli ottimi risultati ottenuti, l’esperienza verrà riproposta ed estesa ad attività ed iniziative di pulizia e manutenzione di altri luoghi pubblici e/o di interesse pubblico.

ENG
The project started last months in Villa Frammarino ended successfully: its aim was creating the possibility to work in a voluntary and unpaid form, possibility given to convicts in favour of Bari community. This initiative started with the signature of a Convention between municipality and the District Prison of Bari, for the promotion of an experimental project addressed only to three convicts, considered capable and qualified, in this first phase.
The Convention fulfilled the protocol signed by ANCI, Region Puglia and the regional Superintendentship of penitentiary Administration for Puglia (SRPA) and was renewed on 22th April 2015 in Villa Frammarino, with the signing of the Major Antonio Decaro and the Director of the District Prison Lidia De Leonardis, with the presence of Piero Rossi, Warrantor of the prisoners’ rights, of the Local Superintendent Giuseppe Martone, of the Assessor Pietro Petruzzelli, of the President of the park Lama Balice Maria Maugeri and of the Responsible of the Bari C.C. area Tommaso Minervini.
There was an active participation of all the Institutions involved, the Magistrates of Surveillance included, that authorized the acitivities for the convicts.
The three prisoners had to overhaul some areas and Villa Frammarino and to do other activities, once a week for six months (March-September 2015). Bari municipality took care of the return of the prisoners to the District Prison and the coordination of the activities in Lama Balice, thanks to a municipal worker.
The initiative gave positive results, most of all for the prisoners that acquired some competences, useful for a future professional experience. So the project will be renewed and extended to other zones (activities of maintenance and cleaning).

Depliant ok_Pagina_1

EPA – ENVIRONMENTAL PARK
Nell’ambito del progetto EPA, previsto del programma di cooperazione territoriale ITALIA/GRECIA 2007-2013 sono stati organizzati, su iniziativa della Città Metropolitana di Bari, dei Bus navetta per escursioni guidate della durata di circa 2 ore, per visitare il Parco naturale di Lama Balice e la Riserva naturale dei laghi di Conversano e Gravina di Monsignore.
Il programma prevede visite guidate ai parchi con partenza da: Bari, Bitonto, Conversano
Le visite verranno effettuate nei giorni feriali di ogni settimana da Lunedì a Venerdì nel periodo tra il 28 Settembre e il 27 Novembre 2015. Le prenotazioni andranno effettuate con 10 giorni di anticipo.
Guide naturalistiche della Cooperativa Tracceverdi e dell’Associazione Polixena accompagneranno i visitatori che, per le scolaresche, prepareranno anche un momento di confronto con i ragazzi attraverso la realizzazione di uno dei seguenti laboratori: Il microscopio della natura, Il mio erbario, La tavolozza della natura.

Per info e prenotazioni: 3467674714 – e-mail: info@passepartout.coop

pdf_ico Depliant Environmental Park

FacebookTwitterGoogle+Condividi